Traffico passeggeri:  Baleari battono Sardegna  dieci a zero

Come traffico di passeggeri negli aeroporti la pulce è la Sardegna perché in totale nei suoi 3 scali nel 2017 sono transitati 8 milioni e 290 mila passeggeri contro 39 milioni 308 mila dei tre aeroporti delle isole catalano-spagnole

 di Sergio Atzeni

Guardando i numeri dei  passeggeri negli  aeroporti delle Isola Baleari viene  da pensare cosa stiano a facendo i  nostri politici  che dovrebbero  fare del turismo uno degli assi nella manica  vincenti per l’economia Sarda.

Baleari perché sono a due passi da noi con lo stesso clima ma notevolmente più piccole, tutto l’arcipelago è formato da 4 isole Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera,  misurano in totale  4, 992 km²  con un milione e 116 mila abitanti e 67 comuni in totale.

Una pulce come grandezza rispetto alla Sardegna che è estesa per 24 mila e 100 km²  cioè  circa 5 volte più grande e con  377 Comuni.

Invece come traffico di passeggeri negli aeroporti la pulce è la Sardegna perché in totale nei suoi 3 scali nel 2017 sono transitati 8 milioni e 290 mila passeggeri contro 39 milioni 308 mila dei tre aeroporti delle isole catalano-spagnole.

Allora qualche cosa ce la dobbiamo  chiedere. Come mai la Sardegna con le sue spiagge immense di cui  tante incontaminate, i suoi paesaggi mozzafiato dell’interno,  la sua cultura culinaria, i suoi monumenti archeologici e la sua estensione perde contro l’arcipelago spagnolo, per dirla calcisticamente, 10 a 0.

Insomma considerato che le Baleari non hanno niente che la Sardegna non ha, anzi molto di meno dal punto di vista turistico, vedendo i suoi numeri i nostri amministratori dovrebbero fare in quei luoghi  uno stage di almeno un anno per studiare quale sia il segreto di quelle  piccole isole nelle quali arrivano voli da ogni parte dell’Europa dal primo gennaio al 31 dicembre.

Abbiamo da imparare tanto evidentemente perché oltre il mare, l’accoglienza,  le  tradizioni e la cultura ci manca qualche cosa:  forse l’idea di impresa e il saperci fare che gli spagnoli indubbiamente hanno.

Quando si leggono certi numeri per esempio, l’isoletta di  Ibiza con  i suoi 7 milioni  903 mila passeggeri  transitati nel suo aeroporto  nel 2017 e noi nella nostra meta più vip come Olbia ne  contiamo solo 2 milioni 811 mila,  si capisce che qualcosa ci sfugga.

Divertimenti di tutti i tipi, molte volte urbanistica selvaggia per le seconde case nelle Baleari,    non bastano a giustificare la distanza astronomica come i numeri di passeggeri  che le separano  dalla Sardegna.  Ci vorrebbe una commissione di studio permanente, come detto,  a livello regionale  che scopra quale sia il segreto di tanti arrivi in quelle isole spagnole  che possono dare ai turisti solo un centesimo di quello che la Sardegna tutta può offrire:  In questo caso copiare è lecito anzi obbligatorio.

 

Commenta!